Il blog di HiMind Coach - Visita il sito ufficiale

AI TUOI NEURONI PIACE LO SPORT

E’ risaputo che fare sport 30 o 40 minuti per 3 o 4 volte la settimana diminuisce il rischio di cardiopatie, pressione arteriosa alta, colesterolo e alcuni tipi di cancro.

Ora, grazie a studi recenti, possiamo dire che lo sport allena anche i nostri neuroni.

L’attività psicomotoria, fatta correttamente, potenzia e genera nuovi neuroni. Infatti, neuroscienziati come Fernando Gomez Pinilla hanno scoperto che, quando i nostri muscoli si contraggono e si rilassano, inviano al cervello una serie di sostanze chimiche. Tra queste, la proteina IGF-1 provoca la produzione di altre sostanze, tra cui quella denominata BDNF.

 

Il BDNF aumenta la capacità plastica del cervello, caratteristica che permette di adattarsi meglio alle situazioni in funzione dell’ambiente.

I benefici della pratica sportiva non si limitano solo all’incremento delle proteine che abbiamo nominato ma riguardano anche i livelli di dopamina, serotonina e norepinefrina, sostanze importanti per calmare impulsività e ansia.

 

E’ importante capire l’importanza della continuità nella pratica sportiva, perché riduzione e specialmente abbandono del movimento riducono l’effetto conquistato.

Naturalmente è importante saper bilanciare l’allenamento, quantificando il giusto carico e il giusto recupero.

 

Le attività che hanno un effetto maggiormente positivo sulla plasticità neuronale sono tutte quelle in cui si mettono in gioco coordinazione e pensiero e che aumentano il flusso sanguigno nel cervello, come gli esercizi aerobici.

Da tutto questo si evince che la programmazione dell’attività sportiva e motoria deve essere effettuata da esperti della materia.

 

 

 

Last modified onLunedì, 26 Novembre 2018 10:18